A spasso per la Milano di carta di Michele Turazzi. Una mappa tutta letteraria

milano di carta

Una cosa bella di avere un proprio blog, è che ogni tanto, puoi contribuire a diffondere qualcosa di bello. La condivisione, come principio, non è così malvagia. A parte quando ci si intasa a vicenda con commenti politici –ciò è male, molto male-. In questo caso invece, voglio fare un favore al mondo e parlarvi del libro di Michele Turazzi, Milano di carta. La casa editrice è Il Palindromo.

Un libro che non è la storia di uno che si muove a Milano dicendo: chefigoilduomo!! e poi incontra la donna della sua vita –una fashon blogger, presumibilmente

Non è neppure un libro dedicato a chi Milano, la odia con o senza fondamenti.

Milano di carta è una mappa

Quando sono andata al Bookpride ad ascoltare direttamente parlare l’autore -che, per altro, è davvero gnocco, non so se può servire- è stato lui stesso a confessare la sua passione per le mappe.

Eccovelo. Che, la bella presenza è sempre un pro

Da questo suo hobby, nasce un libro che è una mappa, che poi è una guida. Per il turista che cerca il punto esatto dove farsi il selfie perfetto? Nossignore.

Milano di carta è per chi legge libri

Per chi ha quella fissa di esplorare i luoghi alla ricerca della sedia in cui ha poggiato il culo Hemingway oppure della via in cui ha vissuto Bianciardi. Questi, per altro, sono solo due dei nomi altisonanti che compaiono nella Milano di Turazzi.

Da quando ho cominciato la prima pagina in poi, è stata solo un’escaleSCion di “Oh! AH!” –seguito da un prendere appunti su posti da vedere assolutamente

Insomma, questo libro ti porta a passeggio non solo per una città diversa da Berlusconi e lavorolavorolavoro. Ti dice che qua è possibile respirare, vedere, ricordare, letteratura.

Istruzioni per l’uso

L’altra cosa bella di Milano di carta, è che è davvero fornita di mappa.

Godetevela in grande e pigliatevi il libro và

Quindi, intanto che vi esibite anche voi nell’attività “Oh! Ah!”, potete anche divertirvi a osservare concretamente i posti di cui si sta parlando –altro che googlemaps

Altra avvertenza per i lettori di Milano di carta: è uno di quei fantastici, terribili, testi, che ti spingono a sperperare i soldi delle bollette in altri libri.

Sì. Milano di carta è un generatore automatico di classici

Per cui, occhio. Se siete in periodo di magra, dosate bene. Se poi siete alla ricerca di un libro che vi faccia viaggiare in tutti i sensi –con la mente, con i piedi– mettete in carrello.

 

 

 

Mezza-penna

Autore: Mezza-penna

Simonetta Spissu -in arte Mezza-penna- L'età non la diciamo, Il peso -davvero? volete morire?- Prostituisco ogni giorno la mia scrittura: hai bisogno di un contenuto superyeah (oh megaserious) per essere "leader del settore"? Vuoi che Google butti un occhio su di te come faccio io sul sushi all you can eat? Se mi dai spicci mi metto a scrivere. Scrivo di melanzane, di imballaggi per merci pericolose, Scrivo con tutti i semafori verdi di SEO YOAST. Faccio tutto con estrema pass-novabè- Aspetto che l'Einaudi si accorga finalmente che sono un best seller. Aspetto anche lo stipendio. Come si aspetta la chiamata di Dio. Ma nel frattempo, salto i pasti, ho il culo piatto e i lividi sui gomiti perché sto troppo al pc. Se mi somigliate, poveri voi. Siamo amici. -non troppo, che l'intimità mi spaventa- Fisicamente mi trovo a Milano. Sulla testa non saprei dire con esattezza. GUGLATE e scoprirete chi sono in tutte le mie forme, anche narrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *