Blue whale: è dal giovane Werther che non ci si diverte così

Blue Whale, la nuova Moby Dick inseguita dagli adolescenti depressi?

blue whale
ciao. sono una balena (blu)

Sul fenomeno “Blue Whale” arrivo probabilmente un po’ in ritardo –come sempre e per sempre

L’argomento è già bello che scoppiato da giorni, più o meno da quando è uscita questa puntata delle iene che ha fatto impazzire tutti sul creato. Ma io ci ho messo un pochino per digerire bene la cosa.

Cioè, che sia una cosa da “fora di gabbu” (google translate=fuori di testa), mi pare sia evidente. C’è poco da metabolizzare.

Blue Whale: è una cosa che mi fa riflettere?

La cosa mostruosa del Blue Whale è che, sostanzialmente, non ne sono colpita. Le reazioni ovviamente si sprecano. Voglio dire, chi è la persona disumana che non si scandalizza di fronte al suicidio di massa tra adolescenti?

IO.

Sono io la persona disumana. 

Me GIF - Find & Share on GIPHY

Forse perché il suicidioil suicidio degli adolescenti poi– è una roba con cui per un motivo o per l’altro, abbiamo a che fare tutti i giorni.

Ad esempio, a casa mia giusto una settimana fa, circolava un video (che non cercherò e non posterò) di questa giovane mamma che si buttava da un ponte. C’era gente che la filmava mentre precipitava.

Per dirvi.

Blue Whale: cos’è che vi fa impazzire così tanto?

Ecco, di fronte alla mia indifferenza, chiedo a tutti quelli che urlano alla fine del mondo: cos’è che vi disturba di più di tutta la faccenda?

Che siano giovani?(ma i giovani si suicidano da tempi immemori).

Che ci sia un gioco dietro, con delle regole?(ma fa davvero differenza?)

Che si parli di lavaggio del cervello? (ma, perdonatemi, allora spegnamo la tv? rompiamo tutti i pc? annulliamo le connessioni internet?)

Forse non ho ancora capito cosa mi susciti sto Blue Whale.

Sarà solo l’ennesima occasione per capire che mi manca una parte sensibile verso l’umanità. Forse.

O forse non lo so. Per me se uno si butta da un grattacielo, o, se a farlo, sono più di uno, non fa differenza. Per me se uno si butta da un grattacielo dopo aver fatto altre 50 cazzate, invece che nessuna, non fa differenza.

Sostanzialmente, un po’ mi spiace che si arrivi a quel punto.

Ma come mi spiace leggerlo sul giornale. Nessuno scandalo.

 

Mezza-penna

Autore: Mezza-penna

Simonetta Spissu -in arte Mezza-penna- L'età non la diciamo, Il peso -davvero? volete morire?- Prostituisco ogni giorno la mia scrittura: hai bisogno di un contenuto superyeah (oh megaserious) per essere "leader del settore"? Vuoi che Google butti un occhio su di te come faccio io sul sushi all you can eat? Se mi dai spicci mi metto a scrivere. Scrivo di melanzane, di imballaggi per merci pericolose, Scrivo con tutti i semafori verdi di SEO YOAST. Faccio tutto con estrema pass-novabè- Aspetto che l'Einaudi si accorga finalmente che sono un best seller. Aspetto anche lo stipendio. Come si aspetta la chiamata di Dio. Ma nel frattempo, salto i pasti, ho il culo piatto e i lividi sui gomiti perché sto troppo al pc. Se mi somigliate, poveri voi. Siamo amici. -non troppo, che l'intimità mi spaventa- Fisicamente mi trovo a Milano. Sulla testa non saprei dire con esattezza. GUGLATE e scoprirete chi sono in tutte le mie forme, anche narrativa.

Un pensiero riguardo “Blue whale: è dal giovane Werther che non ci si diverte così”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *